Bologna, bomba alla stazione dei carabinieri di Corticella

in Questa Pagina

Il fatto

Le indagini dei militari dell’Arma di Bologna dal dicembre 2016, quando accadde l’esplosione dell’ordigno alla stazione Corticella dei carabinieri sono proseguite senza sosta e al momento potrebbero essere vicine a una svolta.

Ovviamente la strada è molto complicata, perché gli anarchici quando colpiscono lo fanno sempre in modo molto organizzato, lasciando a casa i cellulari, dopo averli spenti e dopo aver tolto la batteria, e studiando bene i percorsi così da evitare quanto più possibile le telecamere sparse nelle strade. Le tracce che lasciano dietro di sé sono quindi sempre poche.

Ma gli inquirenti non demordono e confidano molto nelle prove fornite dalle analisi scientifiche, comprese quelle sui residui dell’esplosivo, per arrivare all’identificazione degli autori. L’inchiesta è coordinata dal procuratore capo Giuseppe Amato e dal sostituto Antonella Scandellari.

Si è infatti scoperto che gli autori del blitz, ripresi dalle telecamere di sorveglianza della caserma mentre piazzavano la bomba, sono arrivati sul posto in bicicletta.

Il video

Fonte: ilrestodelcarlino.it